Servizio per l’Integrazione Scolastica e Sociale Extrascolastica dei Diversamente Abili

Rif. Regolamento Regionale Puglia n. 4/2007: Art. 92

E’ un servizio di sostegno socio-educativo che prevede interventi volti al superamento degli stati di emarginazione sociale proprio partendo dal contesto scolastico. L’intervento ha come finalità l’integrazione dei disabili nella scuola e, più in generale, nella società al fine di garantire il pieno rispetto della dignità umana.

Grazie a questo servizio vengono inseriti nel circuito scolastico ed extrascolastico gli Educatori professionali, figure che hanno competenze specifiche, derivanti dalla formazione e dalle esperienze sul campo; essi supportano l’alunno diversamente abile durante l’anno scolastico, intervenendo, ove richiesto, anche a nell’extrascuola. Tali obiettivi sono perseguiti attraverso :

  • attività educative individualizzate finalizzate all’autonomia;
  • sostegno socio-educativo;
  • trasporto scolastico;
  • acquisto di attrezzature e tecniche e sussidi didattici per l’integrazione scolastica e le attività collegate;
  • attività didattiche di sostegno con personale specializzato;
  • attività di socializzazione ed animazione;
  • attività culturali e di formazione.

Il servizio è attivo nei comuni di Andria, Carapelle, Ordona, Orta Nova, Stornara, Stornarella.

Risorse umane

  • n. 1 Psicologo con funzione di coordinamento; – n. 22 Educatori (provvisti di qualifiche e specializzazioni per la tipologia di disabilità seguita tra cui CAA e ABA);
  • n. 1 Assistente Sociale; – n. 1 Pedagogista;- n. 1 Logopedista; – n. 1 Neurologo.

Helpy.info

Un sito dinamico attraverso il quale si accede ai seguenti servizi:

 SPORTELLO SOCIALE – Rif. Regolamento Regionale Puglia n. 4/2007: Art. 84 

E’ un servizio di prossimità rivolto ai cittadini che esprimono un bisogno di carattere sociale e socio-sanitario o anche di tipo burocratico amministrativo. Agevola le famiglie nella consultazione in rete delle informazioni sui diritti delle persone in ambito sanitario, pensionistico e lavorativo.

Offre ascolto immediato, informazioni, consulenza professionale, orientamento e accesso alla ‘rete’ dei servizi sociali, socio-sanitari e sanitari, attraverso la presenza di un operatore qualificato.

Favorisce la comunicazione fra i cittadini e altri uffici dell’Amministrazione Comunale, oppure altre istituzioni o enti pubblici e privati del territorio che offrono servizi alla persona (scuole, ASL, associazioni e cooperative del privato sociale, volontariato). Assicura il monitoraggio dei bisogni sociali attraverso opportuni strumenti di rilevazione, nell’ambito del sistema informativo-informatico territoriale.

Costituisce il primo livello di accesso al sistema dei servizi, e rappresenta un’articolazione diffusa del punto di accesso.

L’accoglienza ai cittadini è garantita da un operatore, il quale analizza il bisogno e fornisce una risposta adeguata nel minor tempo possibile attraverso l’ausilio delle professionalità dell’equipe interna e per mezzo del collegamento con la ‘rete’ dei servizi territoriali, orientando il cittadino verso gli uffici competenti. Qualora la complessità della situazione lo richieda può attivare gli operatori del servizio sociale specialistico competente, per la definizione di un progetto individuale.

TELEFONIA SOCIALE – Rif. Regolamento Regionale Puglia n. 4/2007: Art. 100 

E’ un servizio che si rivolge a tutti i cittadini segnati da limitazioni ambientali, socio-economiche o da precarie condizioni di salute.

Il servizio si propone di organizzare un intervento integrato ed innovativo orientando la persona in difficoltà fornendole informazioni che favoriscono la sua comunicazione con il sistema dei servizi socio-assistenziali e socio-sanitari territoriali.

Il servizio è così strutturato:

  • Telefonia Sociale e Teleassistenza: e’ attivo un numero verde (800.80.80.88) che, in collegamento con lo sportello sociale Helpy, fornisce le informazioni relative a servizi attivi sul territorio, diritti dei cittadini, accesso alle rete socio-assistenziale e socio-sanitaria. Inoltre è garantito il monitoraggio delle condizioni di salute della persona attraverso un contatto telefonico periodico
  • Telesoccorso: grazie ad una strumentazione telematica di telesoccorso all’avanguardia, è assicurato un operatore opportunamente formato 24 ore su 24 che raccoglie la richiesta di aiuto in situazioni di emergenza. La richiesta è gestita dalla Centrale Operativa della Cooperativa Sociale “Centro 24 ore” con sede in via San Secondo 3, Torino.

SPORTELLO PER L’INTEGRAZIONE SOCIO – SANITARIA – CULTURALE DEGLI IMMIGRATI – Rif. Regolamento Regionale Puglia n. 4/2007: Art. 108 

E’ un servizio di informazione e di promozione della cultura dell’integrazione degli immigrati residenti nei comuni di Orta Nova, Stornara, Stornarella, Carapelle e Ordona, ed in generale a quelli residenti nell’Ambito Territoriale di Cerignola che abbiano bisogno di assistenza.

I servizi includono:

  • Assistenza richiesta visti;
  • Attività di informazione sui diritti;
  • Informazione per l’accesso ai servizi del territorio;
  • Assistenza sanitaria e consultori familiari;
  • Iscrizione anagrafica;
  • Assistenza per le pratiche di permesso di soggiorno e nella domanda di ricongiungimento familiare;
  • Colloqui di orientamento sulla rete dei servizi sociali e sanitari per l’integrazione culturale;
  • Affiancamento degli operatori sociali e sanitari per l’integrazione culturale;
  • Orientamento su percorsi di formazione e avviamento al lavoro;
  • Monitoraggio delle attività progettuali;
  • Mappatura generali delle esigenze dei richiedenti.

Tutte le voci di informazione, assistenza e orientamento prevedono l’accompagnamento dell’ immigrato da parte della figura professionale competente rispetto alla richiesta per rendere più agevoli e veloci le operazioni dell’interessato. Anziché lasciare il richiedente a se ci poniamo l’importante obiettivo di creare un’ accompagnamento in loco che dia non solo una mano all’immigrato ma sia di supporto anche a gli enti e agli sportelli preposti.

 

Visita Helpy.info


Mobilità Sociale

Ad oggi il sistema di Mobilità Sociale della SocialService gestisce: Il Servizio per l’Integrazione Scolastica e Sociale Extrascolastica dei Diversamente Abili – Rif. Regolamento Regionale Puglia n. 4/2007: Art. 92 

Il servizio di trasporto permette alle persone disabili di raggiungere le sedi scolastiche e extra scolastiche con mezzi idonei al trasporto di personei disabili deambulanti e non deambulanti assistiti da personale qualificato. Il servizio è attivo nei comuni di Carapelle, Ordona, Orta Nova, Stornara, Stornarella e Quarto di Palo Andria.


Nodi Antidiscriminazione

logo unar

 

Attraverso una procedura di selezione pubblica, conclusasi nell’ottobre 2011, successiva alla sottoscrizione del protocollo d’intesa fra Regione Puglia e UNAR – Ufficio nazionale antidiscriminazioni – del Dipartimento Pari Opportunità, la SocialService è entrata a far parte della rete sociale dei nodi anti discriminazione.

Come nodo antidiscriminazione, all’interno delle attività previste dallo sportello sociale, .la SocialService attraverso l’attività di front e back office raccoglie segnalazioni, svolge attività di accompagnamento, sensibilizzazione, mediazione culturale e si occupa del monitoraggio dei casi di discriminazione sul territorio locale.

Le modalità prevalentemente utilizzate per contattare il nodo sono l’accesso fisico e la chiamata telefonica, è tuttavia possibile contattarci attraverso la mail diretta nodo@socialservice.it.